Diario di un viaggio in Austria (Parte 7)

Dopo il Castello di Ludwig II le mucche di Hopferau!
Siamo finiti in questo paesino vicino a Füssen (Ostallgäu) ospiti di Frau Schmoelz dopo un peregrinare di un paio d’ore su e giù per colline, dentro e fuori da fattorie in un paesaggio bucolico e “punteggiato” di mucche.
Incredibile come ogni villaggetto fosse indicato, come ogni strada interpoderale fosse attrezzata a pista ciclabile con indicazioni di itinerari, distanze e percorsi… davvero incredibile: una organizzazione davvero tedesca.
Lì l’Ente locale del turismo funziona davvero: ogni struttura accreditata (pure la locandina dove eravamo alloggiati) riceve email e comunicazioni che gira ai propri ospiti allo scopo di promuovere le iniziative locali, manifestazioni, luoghi… davvero stupefacente.
E da noi, che dovremmo essere il Belpaese, e che qualcuno definisce il più bel paese al mondo?
Cara Michela Brambilla, invece di promuovere workshop improbabili e/o marchi come “magic italy” e/o siti come il famoso italia.it, si faccia un giretto a casa della Signora Schmoelz a Hopferau e veda un po’ come si fa a incentivare il turismo anche in un paesino che probabilmente conta più vacche che esseri umani.

Buon lavoro, Ministro!

Ostallgäu

Ostallgäu


P.S.: Consigliata la sosta a Pfronten alla birreria con cucina “Braugasthof Falkenstein” in Allgäuerstrasse al 28, si mangia da dio ed è un bellissmo posto!  Ecco il link http://www.braugasthof-falkenstein.de/ (ma sarebbe meglio un bello stinco di maiale per aver una idea più azzeccata!)